Intervista a Daniel Lumera sull’esperienza del Filo d’Oro, una nuova via alla felicità

Caro Daniel, grazie per aver accettato questa intervista. Dopo numerose richieste da parte di lettori e ricercatori che seguono le tue opere, ho deciso di sottoporti alcune domande, con lo scopo di introdurre la tua video-conferenza italiana che si terrà on line il 27 settembre ore 20:30.

Il tema della video-conferenza sarà il Filo D’oro, cos’è?

scrivania1720[Daniel] Ogni essere umano nasce per incontrare quello che ha perduto: un Filo d’Oro. Lo cerchiamo nelle cose, nelle relazioni, nelle esperienze che facciamo, nelle amicizie, nella famiglia, nei figli, nella coppia, nel lavoro, nei soldi e nella vita. Il Filo d’Oro collega tutte queste esperienze e tuttavia esiste al di la di esse, invisibile e allo stesso tempo manifesto per chi è capace di vedere al di la delle forme. La ricerca del Filo d’Oro consiste nell’incontrare costantemente se stessi in ogni cosa e traccia il percorso che conduce alla consapevolezza che ognuno di noi è il cammino che compie, ognuno di noi è il Filo d’Oro.

Di cosa tratta questa esperienza?

[Daniel] Tratta della natura della felicità. In ogni individuo è presente una profondissima spinta a vivere sempre (e per sempre) coscientemente, in maniera felice e senza limitazioni. Quando questo impulso, che ha origine dalla natura più intima e autentica dell’essere, è così forte da trasformarsi in una necessità fondamentale della vita allora ha inizio a un percorso individuale profondo e completo, che ha come fine la piena realizzazione della propria natura coscienziale.

Quali sono le caratteristiche di un ricercatore del Filo d’Oro?

[Daniel] Ricercatore è colui che costantemente incontra e celebra le proprie verità interiori e per questo non può accettare nessun dogma e nessun maestro che non sia l’Amore. Una persona con queste caratteristiche comprende i limiti della percezione dell’essere umano, proprio perché un tempo anche lui è stato un uomo. Chiunque gli si avvicini viene aiutato a superare le limitazioni che creano infelicità. I ricercatori si muovono al di là del conformismo e delle logiche comuni perché hanno appreso come riconoscere e seguire le proprie esigenze autentiche, al di la di ogni educazione imposta.

È una esperienza teorica o anche pratica?

[Daniel] Il Filo d’Oro è un approccio esperienziale creato da Daniel Lumera e seguito da ricercatori provenienti da tutto il mondo. Al di là delle normali possibilità percettive che normalmente si sperimentano, esistono esperienze che portano chiarezza mentale, sobrietà, rimozione delle idee limitanti, pensieri ed emozioni armoniosi, comportamenti appropriati e successo nella realizzazione degli scopi di valore e servizio. Così come i traumi e le forti emozioni anche le esperienze degli stati superiori di coscienza lasciano delle profonde impressioni nel corpo fisico, nella forza vitale, nelle emozioni e nella mente. Queste impressioni creano una costante sensazione di pace e consapevolezza capace di guarire le ferite più profonde del nostro essere. Quando inizia l’esigenza di un percorso come il Filo d’Oro non è più sufficiente accontentarsi di avere un buon livello di conoscenza e consapevolezza, di vivere in equilibrio e felici, in salute e prosperità. I ricercatori maturi non si accontentano di vivere attraverso stati ordinari della mente, né tantomeno si accontentano di sperimentare situazioni e relazioni prodotte dagli stati ordinari di coscienza.

Dunque si tratta di un percorso di crescita dell’individuo e di analisi interiore?

[Daniel] Il Filo d’Oro non è un percorso di analisi, ma di sintesi: passare tutta la vita analizzando le proprie ferite e cercando di risolverle non è una soluzione reale, così come analizzare la natura dell’ombra non porta all’esperienza diretta della luce. Focalizzare tutta la propria attenzione nel realizzare la natura essenziale della coscienza permette l’esperienza nella quale si dissolve l’origine di ogni sofferenza. 

Al giorno d’oggi esistono molti approcci alla crescita e realizzazione della persona: counseling, coaching, crescita personale, mindfulness, etc. Tutti questi percorsi puntano a sviluppare i talenti presenti nelle persone e permettere di maturare un nuovo stato di equilibrio. Anche il Filo d’Oro ha queste caratteristiche ed obiettivi?


[Daniel] Il Filo d’Oro è una esperienza formativa che sviluppa e lavora su 4 talenti: meditativo, trascendentale, gnostico e devozionale. Per la prima volta questi 4 talenti vengono trasmessi in un metodo integrato che è stato sviluppato in oltre 25 anni di esperienza. Tutte le cose che hai citato in precedenza sono solo effetti collaterali di un lavoro su se stessi ben più profondo. Prova a non pensare alle tue necessità per una volta. Vai oltre il desiderio di soddisfare i tuoi bisogni. Immagina se tutti gli esseri umani si fermassero, per un momento, per ascoltare in silenzio se stessi e la vita. Basterebbe uno solo di questi istanti autentici per scoprire che esiste un impulso irresistibile dentro ognuno di noi che ci spinge a servire gli altri, ad aiutare incondizionatamente le altre forme di vita e, attraverso la compassione, desiderare e lavorare per il loro benessere e la loro felicità. Ognuno di noi è libero di scegliere se ascoltare e seguire questo impulso e farne una guida nel suo scopo in questa esistenza. Questo è uno dei valori che anima l’esperienza del Filo d’Oro.

PADRE-ANTHONY-047

(nella foto a destra il Mentore e Maestro di Daniel Lumera, nello studio e approfondimento della cultura Indo Vedica e dei veri valori spirituali celebrati nella vita Padre Anthony  uno degli ultimi discepoli di Gandhi) 

Grazie Daniel per queste preziose risposte, ci vediamo il 27 settembre.

Per iscriversi liberamente alla video conferenza di Daniel Lumera, che si terrà on line il 27 settembre ore 20:30 CLICCA QUI ORA e inserisci i tuoi dati per ricevere l’apposito link. Con gioia.

p.s. Nel video qui sotto, troverai una breve e preziosa conversazione tra me e Daniel, ripresa da Jacopo Tabanelli durante l’ultimo festival VIVI BENESSERE, organizzato da Macrolibrarsi e Arte di Essere a Rimini.

Ti è piaciuto il post? Condividi!